Archive for febbraio 2009

Pet Therapy

27 febbraio 2009

L’intuizione del valore terapeutico degli animali, risale all’antichità. Addirittura la relazione tra animale e uomo risale all’era Paleontolitica, infatti tracce di cane sono state ritrovate in una caverna di quell’epoca.
Nel corso dei secoli la relazione uomo-animale ha assunto sempre più importanza, trovando oggi una strutturazione metodologica e impieghi mirati a specifiche patologie.
La pet-therapy nasce negli anni 50 negli Stati Uniti grazie al neuropsichiatra Boris Levinson il quale scoprì l’importanza di avere un cane come amico quando uno dei suoi piccoli pazienti affetto da autismo di Kanner chiamò il suo cane per nome.
Da quel momento Levinson cercò di favorire la relazione fra il suo cane e quel bambino attraverso la quale il bambino iniziò ad uscire dalla malattia.
Boris Levinson iniziò a studiare diversi casi con l’aiuto del suo cane. Questa nuova tecnica venne chiamata pet-therapy. Il nome pet sta ad individuare il pupazzo di peluche, ecco perché pet-therapy può essere anche tradotto con terapia dell’affetto.
(more…)

Palette e sacchetti

26 febbraio 2009

Ora che abbiamo il nostro cane capiterà molto spesso che andremo con lui a fare delle belle passeggiate immersi nella natura o in qualche località turistica e non.
In questi casi non ci possiamo sottrarre ad un obbligo previsto dalla legge ma prima di questo un dovere dettato dal rispetto per le altre persone e del posto dove ci troviamo.

Mi riferisco alla raccolta delle deiezioni dei nostri cani.

Questo gesto può avvenire in due modi:

  • Attraverso una paletta con cui verrà raccolto il “malloppo” e poi inserito in un sacchetto che successivamente verrà chiuso con un nodo e gettato in un contenitore dei rifiuti che troviamo nelle varie città.
  • Oppure più semplicemente ci muniamo di sacchetti di dimensione media/piccola (personalmente capita che riciclo i sacchetti che si trovano nel reparto frutta e verdura dei supermercati) e infilando la mano al suo interno raccogliamo gli escrementi del nostro peloso, li facciamo scivolare sul fondo del sacchetto, lo chiudiamo e via alla ricerca di un contenitore dei rifiuti. Quest’ultimo modo è più facile a dirsi che a farsi.

(more…)

Guinzagli, pettorine, collari

25 febbraio 2009

Il passo successivo è acquistare tutto il necessario per quando andremo a fare delle passeggiate con il nostro amico. Sarà sicuramente capitato che abbiamo incrociato qualche persona in compagnia del proprio cane. Se si fa attenzione si può notare che non c’è una uniformità di quale “mezzo” utilizzare per il proprio cane durante queste passeggiate.
Quindi possiamo vedere cani con i collari normali, a strozzo, guinzagli estensibili, guinzagli fissi, pettorine. A seconda del cane (o del suo proprietario) possono essere più o meno vezzosi, o si differenziano per dei particolari che seguono la moda.
Doverosa è la premessa che il collo è per ogni cane la parte più sensibile e delicata. Infatti mettendo al cane il collare lo mettiamo in una situazione di difficoltà poiché percepisce eventuali tiri o strattoni come una sorta di minaccia da parte dell’uomo.
La possibilità di poter rispettare la fisicità e salvaguardare il cane è data dall’utilizzo della pettorina e un guinzaglio non estensibile di circa tre metri.

Gli effetti negativi del collare possono essere i seguenti:

– danni fisici alla cervicale;

– danni fisici alla colonna vertebrale;

– danni alla trachea;

i quali possono essere causati dal continuo “strattonare” il cane.

(more…)

Ciotole e accessori per il nostro cane

16 febbraio 2009

Altra cosa fondamentale per il pasto del nostro cane sono le ciotole. Ne servono due una per l’acqua (che non deve mancare mai) e una per il cibo (che sarà fornito ad orari stabiliti e fissi come è stato scritto in questo post).

In commercio ce ne sono ovviamente di diversi tipi, modelli, materiali (acciaio, plastica, ceramica) , singole o doppie, di vari colori e fantasie.

Le possiamo trovare nei grandi centri commerciali, nei negozi appositi per gli animali, all’Eurobrico e all’Ikea.

A mio avviso devono essere di materiale solido in quanto spesso il cane ci gioca forse deliziato dal rumore e la agita facendola sbattere sul pavimento o dove capita. Quindi primo requisito fondamentale è che sia robusta. Il secondo requisito è che siano antiscivolo.

Per comodità io l’ho acquistata doppia tipo questa e l’ho trovata da Eurobrico.

Se il cane vive all’interno della casa esistono in commercio anche dei tappetini da posizionare sotto la ciotola per preservare il pavimento da eventuali schizzi di acqua o accidentali rovesciamenti di acqua da parte del peloso.
(more…)

L’alimentazione

16 febbraio 2009

Il secondo fondamentale step riguarda l’alimentazione del nostro cane dalla quale dipende il suo stato di salute .

Abbiamo due opzioni ovvero l’alimentazione casalinga o quella industriale.

Alimentazione Casalinga:

Prima regola fondamentale è non dare mai i nostri avanzi al cane

La preparazione in casa dei pasti in termini di tempo non è la più semplice e richiede un occhio di riguardo nella fase di preparazione. I pasti devono essere bilanciati di tutte le sostanze e le proprietà nutritive di cui necessita il cane. Se cuciniamo ad esempio la pasta questa deve essere cotta SENZA sale e dopo la cottura passata sotto l’acqua per togliere l’amido in eccesso. Il riso invece deve essere lavato sotto l’acqua prima della cottura (questa operazione toglie parecchio dell’amido contenuto nel riso) e dopo la cottura rigorosamente senza sale deve essere passato nuovamente sotto l’acqua. Condito con un filo d’olio e via. Se si vuole eventualmente aggiungere della carne (tipo macinato ad esempio) questa deve essere bollita (no a sale e aromi vari) e mescolata al riso.
In alternativa alla carne si può dare al cane il pesce una o due volte a settimana (ad esempio nasello comunque privo di lische) bollito anch’esso e mescolato al riso o pasta. Il pesce è adatto per l’alimentazione dei cuccioli e nei cani adulti nel periodo estivo.

Le uova possono essere date al nostro cane al massimo due volte a settimana e soltanto il tuorlo (quindi non l’albume).
I cereali sono una componente indispensabile del pasto casalingo infatti, sono digeribili e contengono molte proteine, vitamine, grassi e minerali. Ad ogni tipo di cereale va aggiunta la carne o le sue alternative.
(more…)

Dove vivrà il nostro cane

15 febbraio 2009

Dopo che abbiamo dato una risposta a tutti gli interrogativi segnalati in questo post e siamo certi di volere un peloso per casa e soprattutto siamo certi di essere in grado di dargli le cure che merita possiamo cominciare con il provvedere a tutto ciò che è necessario per il suo ingresso in casa.

Ulteriore decisione da prendere è se il cane vivrà in casa o all’esterno (se avete un giardino).
Anche se vivrà in casa dovrà avere uno spazio tutto suo. E qui possiamo scegliere tra diverse soluzioni le ceste , le brandine. 

Le ceste ce ne sono di tutti i tipi e dimensioni (a seconda della grandezza del cane) . Per l’acquisto potete affidarvi a grandi centri commerciali o a negozi specializzati per gli animali. Quando la mia cucciola è entrata in casa essendo  piccolina ho acquistato una cesta da Eurobrico (ce ne sono di diverse fantasie, dimensioni e di conseguenza prezzi) ma ne potete trovare anche da Ikea (alcuni esempi li potrete trovare qui e qui)
(more…)

Adottare un cane

7 febbraio 2009

La scelta di adottare un cane può essere determinata da molteplici fattori quali il piacere di avere un amico fedele, la necessità di avere compagnia, o in alcuni casi dettata dalla moda del momento di avere il cane trendy o cool.
Nel momento stesso in cui si decide di adottare o acquistare un cane sono fondamentali determinate valutazioni.

Alcune risposte che un futuro possessore di cane dovrebbe darsi:

  • Ogni membro del nucleo familiare è unanimemente d’accordo sull’adozione
  •  Bisogna essere coscienti della responsabilità che ci si sta assumendo pertanto sarà necessario stipulare una polizza assicurativa che copra eventuali ipotetici rischi a cui si può andare incontro;
  • Se il cucciolo appartiene ad una razza particolare informarsi sulle problematiche e particolarità della razza, tipologia di mantenimento e cura;
  • In caso di presenza di bambini spiegare loro che il cane non è un giocattolo;
  • Essere consapevoli che si dovrà accudirlo per tutta la sua esistenza 
  • Conoscere il regolamento comunale e essere disposti ad osservarlo 
  • Se si vive in un condominio, controllare il regolamento condominiale
  • Verificare che i vicini non saranno disturbati dalla sua presenza 
  • Verificare che l’ambiente sia adatto alle sue caratteristiche 
  • Se si ha un giardino provvedere a metterlo in sicurezza 
  • C’è spazio a disposizione per una buona convivenza 
  • Avere tempo a disposizione per evitare il suo isolamento sociale 
  • Essere disposti ad educarlo personalmente, per la sua giusta socializzazione 
  • Prevedere la sua adeguata sistemazione durante le vacanze della famiglia (sarebbe preferibile comunque usufruire di strutture che accettano i nostri amici pelosi) 
  • Avere la possibilità di mantenerlo ( i costi variano a seconda della taglia ), vaccinazioni e le cure mediche (avvalendosi di un veterinario di fiducia)
  • Essere in grado di accudirlo fornendolo di adeguate dotazioni (pettorina, guinzaglio , spazzola per il pelo, shampoo apposito per lavarlo, shampoo secco, salviettine umidificate, panni assorbenti fino a quando non si sarà abituato a fare i bisogni fuori)
  • Avere molta pazienza per superare gli inevitabili problemi in particolare dei cuccioli (es. i bisognini dentro casa, la loro passione/gioco per le scarpe e ciabatte. Se sono cuccioli possono essere paragonati a dei neonati che ogni giorno imparano qualcosa di diverso)
  • Accettare la sua natura senza tentare di umanizzarlo 
  • Considerarlo a pieno titolo un componente della famiglia

Prima di portarvi a casa un cucciolo riflettete o fatevi consigliare, qualunque sia la vostra scelta, se ponderata, vi renderà soddisfatti e senza problemi sconosciuti da risolvere.

Fonti:

Dalla parte del cane
Wikipedia
A spasso con breeze

Avremo un cane

7 febbraio 2009

Nel momento stesso in cui ho deciso di avere un cane ho riflettuto se acquistarlo o scegliere la via dell’adozione. Non ho minimamente preso in considerazione l’opzione dell’acquistarlo perchè per prima non volevo incrementare un business a mio avviso già elevato quando purtroppo ci sono realtà come i canili che sono pieni di cani abbandonati e che desiderano una famiglia. Ho iniziato a girovagare per queste strutture e l’atmosfera che si respira entrando in questi posti è un qualcosa che ti stringe il cuore. Perchè gli ospiti di queste strutture hanno la sensazione chiara che qualcosa che sta per accadere. E il tutto è avvolto in un’atmosfera carica di adrenalina ed eccitazione da parte di questi ospiti. E gli umani passano davanti alle  loro gabbie quasi fosse una sorta di sfilata e loro sono lì che si rizzano sulle zampe ti guardano e sembra ti dicano “scegli me, scegli me” altri magari vivono da così tanto tempo in queste strutture che non ti considerano nemmeno, per loro è un giorno come un altro. E si è lì a scegliere chi rimane e chi invece ha la fortuna di uscire e di avere una famiglia. Nel decidere chi tra il peloso della gabbia nr. 1 e quello della nr. 2 resta nel canile mi sembra che questi pelosi siano sottoposti ad una sorta di selezione a cui ne seguirà un’altra tra il più forte e quindi con più speranze di sopravvivere e il più debole che speranze non ne ha…. E in cuor mio avrei desiderato portarli tutti a casa e quando me ne sono andata avevo comunque il cuore a pezzi perchè sono troppe le realtà così, troppi pelosotti vivono all’interno di queste gabbie, troppi vivono nei canili e i canili come una sorta di prigione da cui pensano che non usciranno mai…..e purtroppo in alcuni casi non usciranno mai….

Chi è Sole

6 febbraio 2009

Sole è una cucciola pelosa che ho adottato qualche mese fa. Devo confessare che mi ha cambiato la vita e quando ho pensato alla creazione di questo sito e al suo nome non ho avuto dubbi. Gli amici di Sole, perchè come lei ci sono tanti pelosi, tanti “amici” appunto. E questo sito nasce con lo scopo di essere un supporto a coloro che hanno un amico peloso in casa, un “aiuto” per le cose più semplici e quelle più complesse a tutti i vari aspetti che costituiscono la vita dei nostri amici e nostra.